Logo azienda Ulss 12 veneziana
home > Le sedi e i servizi sul territorio > I SER.D. (servizi per le dipendenze)

I SER.D. (servizi per le dipendenze)

Sedi

Interventi di prevenzione delle dipendenze

Interventi di presa in carico di giovani e famiglie

Adulti Farmaco-Tossicodipedenti

Alcoldipendenza

Dipendenti detenuti - Interventi in Ambito Penitenziario

Dipendenze da Gioco D’azzardo - Decreto Legge 158/2012 (decreto Balduzzi)

Tabagismo

Assistenza semiresidenziale e residenziale per soggetti tossicodipendenti

L'Osservatorio Locale Dipendenze Patologiche

 

Il Ser.D. è un Servizio Pubblico che fa parte del Dipartimento Funzionale delle Dipendenze comprendente Servizi Pubblici e Privati.

Ha il compito di fornire interventi di prevenzione, diagnosi, cura e reinserimento di persone con disturbi legati alla dipendenza patologica (farmaco-tossicodipendenze, alcoldipendenze e gioco d’azzardo patologico, tabagisti) e ai loro familiari. All’interno del servizio opera una équipè di operatori esperti nell’ambito delle dipendenze: medici, psicologi, sociologi, assistenti sociali, educatori, infermieri, assistenti sanitarie, operatori socio sanitari che possono fornire risposte specialistiche adeguate alle diverse necessità.

Tra i compiti specifici dei del Ser.D. rientra la presa in carico e la valutazione diagnostica dell’utente per l’individuazione dei trattamenti più adeguati che possono essere erogati dal sistema dei servizi del territorio, pubblici e del privato sociale.

L’accesso è gratuito e può avvenire direttamente, negli orari di apertura al pubblico, o su appuntamento telefonico. Viene garantita la completa riservatezza e può essere richiesto l’anonimato.

Il Ser.D  del Distretto Veneziano dell’ Ulss 3 Serenissima sha due sedi :  Centro Storico e Terraferma.   Al loro interno sono presenti le seguenti Unità Operative Semplici

  • UOS Prevenzione Giovani-Famiglie e Nuove Dipendenze 
  • UOS Adulti dipendenti: Cura e Riabilitazione

Possono rivolgersi al Servizio, per informazioni, consulenza  o per presa in carico, gli interessati, i familiari,  i docenti, gli operatori di altri servizi o altre persone a conoscenza del caso.

 

vai a inizio pagina

Sedi:

SER.D. Venezia Terraferma - Direttore Dott. Pani Alessandro
Via Calabria, 15/17 - 30174 Chirignago (VE)
Tel. 041 2608250 Fax 041 2608240
me.sert1@aulss3.veneto.it - protocollo.aulss3@pecveneto.it

Ambulatorio: 041 2608235
Orario: 7.45-18.00  LUN-VEN
             7.45-12.00 SAB

Somministrazione della terapia sostitutiva (metadone):
7.45 – 13.45 LUN –VEN
15.00 – 17.45 GIOV solo su appuntamento
7.45 – 12.00 SAB

UOS Prevenzione Giovani-Famiglie e Nuove Dipendenze
Mestre - Via Calabria 13
Responsabile: Dr.ssa Orlandini Daniela
daniela.orlandini@aulss3.veneto.it
Tel. e Segreteria telefonica : 041 2608808
Fax: 041 2608229

Centro Trattamento Tabagismo
Mestre Via Calabria 13
Responsabile: Dr.ssa Orlandini Daniela
CTT@aulss3.veneto.it
Tel. e Segreteria telefonica: 041 2608220
Fax: 041 2608229

SER.D.Venezia Centro Storico – Direttore Dott. Alessandro Pani
Dorsoduro, 1463 - 30123 Venezia Tel. 041 5295862 Fax 041 5295884
ve.sert@aulss3.veneto.it

Orario
8.30 – 13.30 LUN – VEN
15.30 – 19.00 LUN su appuntamento e SEZIONE DI ALCOLOGIA (Tel. 041/5295867)
15.30 – 19.00 GIOV SEZIONE GIOVANI  (Tel. 041/5295868)

Somministrazione della terapia sostitutiva (metadone):
8.45 – 10.30, 11.00 – 12.00 per affidi e 12.45 – 13.30 LUN –VEN
8.45  -  10.30 e 12.45 - 13.30 SAB

 

Interventi di prevenzione delle dipendenze

UOS Prevenzione Giovani-Famiglie e Nuove Dipendenze

Le attività di prevenzione specifica hanno come finalità quella di contribuire ad aumentare la percezione del rischio connesso  alle sostanze psicoattive e di intervenire precocemente di fronte a situazioni di consumo. Da un punto di vista operativo sono stati   allestiti alcuni dispositivi finalizzati a lavorare con gli adulti significativi a contatto con minori\giovani a rischio come genitori e docenti in primis e secondariamente operatori di molteplici servizi territoriali.

Le iniziative dirette agli adulti significativi riguardano nello specifico sia un'area di carattere informativa/formativa sia una di carattere prettamente consulenziale:

  • I genitori si interrogano su adolescenti e droghe: incontri assembleari da svolgersi su richiesta di scuole secondarie e CFP o di enti\associazioni territoriali
  • I docenti si interrogano su adolescenti e droghe: corso di aggiornamento proposto ogni anno alle scuole secondarie e CFP
  • Consulenza per dirigenti scolastici e docenti: consulenza specialistica su richiesta della scuola su problematiche quali aspetti legali rispetto alla detenzione, al consumo e allo spaccio di droghe a scuola, studenti a rischio di uso di sostanze, relazione con le famiglie di studenti consumatori, gestione della classe rispetto a situazioni specifiche di contiguità con le sostanze.
  • Consulenza preventiva per genitori Droga che fare?: genitori preoccupati per il comportamento del figlio, con sospetti o certezze di uso di sostanze psicoattive, hanno la necessità di uno spazio di risposta nel quale avere informazioni, orientamento e counselling rispetto ai problemi educativi e all’uso/abuso di droghe in adolescenza. Vengono proposti: consulenza telefonica, colloqui di orientamento  e valutazione, percorsi di sostegno psico-educativo. Destinatari: Genitori/Familiari/Tutori legali di minori e giovani a rischio di consumo o consumatori di età inferiore ai 26 anni. Si accede previo appuntamento telefonico
  • Consulenza per operatori di Servizi Sanitari, Socio-Sanitari e del Privato Sociale a contatto con minori/giovani a rischio di consumo o consumatori di età inferiore ai 26 anni. Si accede previo appuntamento telefonico

Per tutti i suddetti interventi ci si rivolge alla sede di Mestre alla segreteria telefonica 041/2608808 presso la quale è possibile lasciare un messaggio per essere richiamati

vai a inizio pagina

 

Interventi di presa in carico di giovani e famiglie

UOS Prevenzione Giovani-Famiglie e Nuove Dipendenze

Questa parte del servizio è specificatamente diretta ai minori e ai giovani di età inferiore ai 26 anni e/o ai loro familiari, con possibili problematiche legate al rischio di consumo, uso,  abuso o dipendenza da sostanze stupefacenti e/o psicotrope.

L'accesso  è diretto, gratuito e non necessita di impegnativa da parte del MMG.

Il primo contatto può essere telefonico o di persona e può essere fatto sia dal diretto interessato che da familiari\tutori. Per la sede di Mestre rivolgersi alla segreteria telefonica 041/2608808, per la sede di Venezia al 041/5295868. Sono previsti spazi/tempi e operatori specificatamente dedicati in entrambe le sedi.

Il primo colloquio di accoglienza del minore\giovane viene effettuato da uno psicologo. Qualora si presentino genitori, altri familiari, amici, tutore, operatori di altri Servizi, ecc. si procede a un colloquio con operatori dedicati.

Si procede quindi alla valutazione multidimensionale e multiprofessionale integrata orientata all'individuazione del rischio di consumo, uso e abuso e dipendenza da sostanze psicoattive. Gli ambiti di valutazione sono sanitario, psicologico, familiare, socio ambientale e legale. Sono previsti raccordi con altri servizi\enti sociali, sanitari, educativi, riscreazionali, legali per la gestione congiunta del caso.

Dopo questa fase si propone un piano terapeutico individualizzato che può prevedere:

  • Visite mediche
  • Controlli clinici e di laboratorio
  • terapie farmacologiche
  • terapie psicologiche individuali, familiari, gruppali
  • interventi educativi individuali, familiari, gruppali
  • interventi di servizio sociale
  • predisposizione di percorsi terapeutici comunitari residenziali e semiresidenziali
     

vai a inizio pagina

Adulti Farmaco-Tossicodipedenti

UOS Adulti dipendenti: Cura e Riabilitazione

Nell’ambito delle farmaco-tossicodipendenze si effettuano:

  • Interventi di valutazione e trattamento:
    • valutazione clinica, socio sanitaria e psicologica dello stato di tossicodipendenza
    • controlli clinici e di laboratorio per l’accertamento dello stato di tossicodipendenza
    • trattamenti psicologici individuali, familiari e di gruppo
    • terapie farmacologiche e psicofarmacologiche
    • programmi socio-educativi
    • programmi di riabilitazione e reinserimento sociale e lavorativo (in collaborazione con Servizio Integrazione Lavorativa ULSS 12 Veneziana, Cooperative sociali per l’inserimento lavorativo, Consorzi di Cooperative)
    • predisposizione di programmi terapeutici comunitari residenziali e semiresidenziali e monitoraggio degli stessi
    • raccordo con Prefettura, Istituti Penali e Tribunali
  • Rilevazione epidemiologica e ricerca

 

vai a inizio pagina

Alcoldipendenza

Sezione Alcologia

Nell’ambito dell’alcoldipendenza si effettuano:
a) Interventi di valutazione e trattamento:

  • valutazione clinica, socio sanitaria e psicologica  dello stato di alcoldipendenza
  • controlli clinici e di laboratorio
  • terapie farmacologiche e psicofarmacologiche
  • counseling individuale e familiare
  • collegamento con il Medico di Medicina Generale;
  • accompagnamento e inserimento nei Gruppi di auto-aiuto del territorio (Club Alcolisti in Trattamento – CAT e Alcolisti Anonimi - A.A.);
  • predisposizione di programmi terapeutici comunitari residenziali e semiresidenziali e monitoraggio degli stessi
  • ricoveri ospedalieri per disintossicazione e riabilitazione

b) Rilevazione epidemiologica e di ricerca.

 

vai a inizio pagina

Dipendenti detenuti - Interventi in Ambito Penitenziario

Area Penitenziaria

Opera all’interno dei due Istituti Penali veneziani, maschile e femminile attraverso:

  • Valutazione medica, diagnosi  e predisposizione di terapie farmacologiche
  • Valutazione e diagnosi psicologica
  • Supporto psicologico
  • Interventi di assistenza sociale volta al sostegno e all’individuazione di programmi socio-riabilitativi in alternativa alla detenzione e/o post-carcerazione.
  • Collabora con UOS Sanità Penitenziaria Ulss 3 , il Ser.D. di appartenenza dell’utente, con l’équipe trattamentale degli Istituti Penali, con l’Ufficio Esecuzioni Penale Esterno, con le Comunità Terapeutiche e con Servizio Promozione Inclusione Sociale del Comune di Venezia
  • Raccordo con le Direzioni degli Istituti Penali

 

vai a inizio pagina

Dipendenze da Gioco D’azzardo

Servizio Informagioco

La sede del Ser.D. di Venezia Terraferma offre con “Informa Gioco” un punto di consulenza orientamento e presa in carico  delle dipendenze da giochi d’azzardo (slot, bingo, lotto, Casinò, scommesse, etc.) :

Il trattamento prevede:

  • Colloqui individuali e familiari di valutazione e sostegno
  • Gruppi per giocatorid’azzardo in difficoltàe per i loro familiari
  • Iniziative socio-territoriali di sensibilizzazione rivoltaalla popolazione, agli operatori dei Servizi, ai gestori del Gioco d’Azzardo (Casinò, Bingo, Esercenti)
  • Gruppo di auto aiuto per evitare le ricadute nel gioco patologico
  • Incontri di formazione per familiari

l Servizio mantiene costanti contatti con soggetti privilegiati in una logica di lavoro di rete (altri Servizi sanitari, Medici di Medicina Generale, Associazioni di volontariato , Gruppi di auto aiuto, Servizi Sociali Comunali, Enti del Privato Sociale, Forze dell’Ordine ecc) sia per interventi su casi clinici specifici che per interventi di informazione/prevenzione/ricerca.

InformaGioco si trova a Via Calabria, 15/17 -30174 Chirignago (VE)
E’ aperto tutti i giorni su appuntamento Tel. 041 2608238 – 041 2608250

 

Decreto Legge 158/2012 (decreto Balduzzi)

Informativa (italiano)  - (inglese) - (arabo) - (cinese)

Il Decreto Legge 158/2012 (decreto Balduzzi) convertito con modificazioni dalla Legg 8 novembre 2012 n° 189 finalizzato a prevenire i fenomeni di ludopatia.

Il Dl all’art. 7 prevede l'obbligo per i gestori di esporre materiale preventivo prodotto dalle ULSS, con relative sanzioni.

 Il testo recita:"(...) i gestori di sale da gioco e di esercizi in cui vi sia offerta di giochi pubblici, ovvero di scommesse su eventi sportivi, anche ippici, e non sportivi, sono tenuti a esporre, all'ingresso e all'interno dei locali, il materiale informativo predisposto dalle aziende sanitarie locali, diretto a evidenziare i rischi correlati al gioco e a segnalare la presenza sul territorio dei servizi di assistenza pubblici e del privato sociale dedicati alla cura e al reinserimento sociale delle persone con patologie correlate alla G.A.P."

vai a inizio pagina

 

Tabagismo

Il Centro Trattamento Tabagismo (di seguito CTT)  si costituisce nell’estate del 2012 grazie al “Programma Regionale di Prevenzione delle patologie fumo correlate – Area 2 Progetto Trattamento Tabagismo” del PRP 2010-2012 e proroga 2013 e poi al “Programma coordinamento e sviluppo del sistema veneto del trattamento del tabagismo” del PRP Veneto 2014 – 2018 che vede la nostra ULSS assegnataria.

Si tratta di un Servizio specialistico che offre informazioni, consulenze e interventi terapeutici (sanitari, medici, psicologici, educativi) per i fumatori che vi accedono.

Inoltre a livello aziendale si occupa di:

- formazione del personale sanitario aziendale;

- gestione dei rapporti fra servizi sanitari ed ospedalieri e distrettuali e associazioni del territorio:

- collaborazione a progetti e gruppi di lavoro aziendali.

L’équipe è composta da operatori opportunamente formati e appartenenti a diverse professionalità (psicologi psicoterapeuti, medico tossicologo, infermiere, assistente sanitaria e assistente sociale) in modo da offrire all’utente un approccio multidisciplinare.

Il percorso si struttura in

·       Fase di valutazione (anche con utilizzo di test psicometrici)

·       Definizione e condivisione con il paziente di  un piano terapeutico personalizzato

·       Monitoraggio e\o counselling telefonico.

All’interno di queste fasi vengono fornite le seguenti prestazioni sulla base dei bisogni del paziente:

1.     Ciclo di colloqui motivazionali

2.     Colloqui individuali e di educazione sanitaria

3.     Sostegno psicologico individuale o di gruppo,

4.     Terapia farmacologica

L’accesso, previo appuntamento, è gratuito. Non è necessaria l’impegnativa del medico

Centro Trattamento Tabagismo
Mestre Via Calabria 13
Responsabile: Dr.ssa Orlandini Daniela
CTT@aulss3.veneto.it
Tel. e Segreteria telefonica: 041 2608220
Fax: 041 2608229

 

Assistenza semiresidenziale e residenziale per soggetti tossicodipendenti

Le unità di offerta presenti sul territorio
Denominazione Ente Gestore Tipo di servizio Città

Comunità Villa Renata

Coop. Sociale VILLA RENATA

Residenziale tipo C

Lido - Venezia

Comunità Casa Aurora 

Coop. Sociale VILLA RENATA

Residenziale tipo C 1

Venezia

Pronta Accoglienza Confine

COGES DON LORENZO MILANI

Pronta accoglienza

Tessera (VE)

Comunità Villa Soranzo

COGES DON LORENZO MILANI

Residenziale tipo C

Tessera (VE)

Comunità Contatto

COGES DON LORENZO MILANI

Residenziale tipo C

Tessera (VE)

Comunità Emmaus

OPERA S. MARIA DELLA CARITA'

Residenziale tipo B

Zelarino (VE)

Progetto sperimentale Porte Aperte

OPERA S. MARIA DELLA CARITA'

Semiresidenziale

Zelarino (VE)

 

L'Osservatorio Locale Dipendenze Patologiche

Nel maggio 2012 il Comitato Operativo del Dipartimento delle Dipendenze dell’Azienda Ulss 12 Veneziana ha costituito l’Osservatorio Locale Dipendenze Patologiche, individuato come “strumento conoscitivo, valutativo e progettuale del Dipartimento delle Dipendenze dell’Ulss 12 Veneziana”. Non è un centro di ricerca, ma di raccolta e analisi delle informazioni quali e quantitative sulle dipendenze da sostanze psicoattive finalizzato a facilitare la programmazione, nell’ambito delle dipendenze, nel territorio del dipartimento.

È in raccordo con il Servizio Prevenzione delle Devianze e Tossicodipendenze della Regione Veneto. È composto da rappresentanti del Ser.D. (sedi di Venezia Terraferma e Venezia Centro Storico), delle tre Comunità Terapeutiche presenti nel territorio dell’Aulss (Ce.I.S. di Mestre, Comunità di Venezia, Emmaus), della Unità Operativa “Riduzione del Danno” del Comune di Venezia.
Obiettivo generale è quello di raccogliere, elaborare e analizzare in maniera quali e quantitativa, obiettiva, affidabile e comparabile tutte le informazioni disponibili sul fenomeno delle dipendenze da sostanze psicoattive nel territorio dell’Aulss 12 Veneziana (Comuni di Venezia, Marcon, Quarto d’ Altino, Cavallino-Treporti).

Altri obiettivi specifici sono: l’osservazione delle caratteristiche essenziali del fenomeno e delle sue tendenze evolutive (analisi delle caratteristiche del mercato e dei consumatori); la valutazione delle caratteristiche dell'utenza conosciuta e conoscibile (stima del "sommerso”  dei tossicodipendenti, dei consumatori regolari e di quelli occasionali); il monitoraggio dell'ambiente (rilevazione di quegli avvenimenti che si verificano nell'ambiente in grado di condizionare il fenomeno: eventi sentinella, presenza sul mercato di nuove sostanze, nuove modalità di abuso, ecc..); il monitoraggio e la prevenzione della diffusione del fenomeno; la risposta  a richieste  informative espresse da Istituzioni pubbliche e private, Privato sociale accreditato, Enti locali, Uffici dei Piani di Zona; fornire elementi utili a stimolare e orientare  la programmazione degli interventi territoriali sul fenomeno.
Ha l’incarico di redigere, almeno una volta all’anno, un report di carattere generale.
Di seguito, i report pubblicati.

"Osservatorio Locale sulle Dipendenze Patologiche" - Relazione 2016 sull'attività del 2015

"Osservatorio Locale sulle Dipendenze Patologiche" - Relazione 2015 sull'attività del 2014

"Osservatorio Locale sulle Dipendenze Patologiche" - Relazione 2014 sull'attività del 2013

"Osservatorio Locale sulle Dipendenze Patologiche" - Relazione 2014 sull'attività del 2012

Pagina aggiornata martedì 29 agosto 2017
X Questo è il sito dell'Azienda Ulss 12 Veneziana Dal 1 gennaio 2017, in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, Ulss 12 Veneziana, Ulss 13 Mirano e Ulss 14 Chioggia sono unite nella nuova Azienda Ulss 3 Serenissima.
I siti delle tre "vecchie" Ulss sono ancora attivi come archivio, ma le informazioni sui servizi dell'Ulss 3 Serenissima sono aggiornate sul nuovo sito aziendale.

Vai al sito dell'Azienda Ulss 3 Serenissima